Un utilitaria da record

FIAT 500 ABARTH LA PICCOLA UTILITARIA DA RECORD

 

 Dal 13 febbraio al 20 febbraio del 1958 la Fiat 5oo Abarth,rappresentata in fugara,corse interrottamente per 168 ore sulla pista di Monza,collezzionando sei record internazzionali di velocita’ nella categoria delle auto di serie con cilindrata compresa fra i 351cc e 500cc.La bella presentazione sopprese il publico,perche non immaginavano come una piccola auto utilitaria fosse realmente un “siluro”realizzato per i record di velocita’.Prima della presentazione la Fiat 500 Abarth non aveva ottenuto molta attenzione.Un o perche all’epoca Abarth non era cosi noto come poi divenne negli anni Sessanta.Poi perche nel 1957,presento la prima versione solo ad una cerchia ristretta di amici.In tal  caso non ebbe molto successo,cosi un mese dopo Abarth ripresenti la 500 al grande publico del Salone di Torino,cercando uno strataggemma per catturare sotto i riflettori della manifestazione una maggiore attenzione sul suo lavoro.

  La FIAT 500 Abarth bicolore presentata al salone di Torino nel 1957.

Questa volta non presento una esemplare elaborato solo nella meccanica,ma pure nella carrozzeria,che vernicio di due colori contrastanti,montando profili e accessori cromati,infatti Abarth,faceva attenzione ai gusti del publico,il quale doveva riporre   rimedio alla poverta’ della 500,che non era piaciuta ai primi potenziali clienti.

LA MECCANICA.

Dal punto di vista meccanico la 500 modificata da Abarth,la cilindrata rimase quella della prima serie :479cc,ma con la testata lavorata,un nuovo carburatore,l’albero a camme piu’ spinto,e il famoso impianto di scarico.Queste semplici modifiche ed una attenta messa a punto permisero di ottenere,una potenza di sette cavalli in piu’,toccando cosi una velocita di oltre i 100Km/h.Con queste modifiche non ottenne un gran successo,principalmente per il prezzo elevato,percio’ Abarth ne costrui pochissimi esemplari.Lo stesso non ebbe migliore fortuna ,la Fiat 500 derivazione Abarth seconda serie,presentata nel 1958 nella versione monocolore,ma con motore maggiorato a 499,5cc e dotata di allestimenti piu’ ricchi,presentati nella rinnovata FIAT NUOVA 500 Normale,ai quali si aggiunse la tipica calandra Abarth e le scritte distintive del modello.La 500 derivazione Abarth seconda serie ,e proprio quella che ottenne i record di velocita’ nel 1958 ,con le modifiche concesse da regolamento,riguardo l’alimentazione,il raffreddamento ad olio,e l’estetica.Cosi’ il publico.associo l’idea della Fiat 500 della grande impresa ,a quella del modello di serie capi’ che la piccola di casa Fiat era un’ auto veramente affidabile e di buone prestazioni.

 La FIAT 500 ABARTH dei record.

 

 

Scopri subito la prima lotteria a premi in italia 100% gratuita con estrazione giornaliera ! clicca qui.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...