La 500 F

La Fiat 500 F
Nel 1965 viene presentata la Nuova Fiat 500 F, erede della “D”, destinata a divenire negli anni la versione con il maggior numero di unità costruite. Le novità sono soprattutto estetiche: la più evidente le portiere controvento. È anche l’inizio dell’era della plastica al posto del metallo. Cambiano anche altri dettagli importanti. Il parabrezza è più ampio e offre visibilità migliore, il tetto è costruito in pezzo unico con i montanti e non più imbullonato, il fregio frontale della mascherina ha i baffi separati, le maniglie delle portiere sono cromate e la loro forma è adatta al nuovo tipo di apertura, gli pneumatici adottano di serie i fianchi bianchi e sono montati su cerchi di acciaio anziché di alluminio, i fari hanno le cornicette cromate anziché in alluminio e adottano proiettori a fascio asimmetrico, i fanalini posteriori non hanno più la grossa basetta di alluminio e la forma è più squadrata, la capotte si chiude con un grosso gancio centrale di plastica nera anziché con i due piccoli ganci metallici, vengono eliminati il profilo in alluminio sul cofano anteriore e le modanature sulle fiancate, i tre interruttori della plancia (luci, illuminazione quadro, tergicristallo) sono allineati, la tasca portaoggetti è in plastica e ha dimensioni maggiori, il serbatorio non è più a cipolla ma a semicilindro e la sua capacità sale a 22 litri. Il motore viene ancora rivisto nella fasatura ed eroga 18 CV. Le sospensioni vengono irrobustite e i semiassi sono di diametro maggiore. Anche l’impianto frenante viene potenziato e adotta cilindretti più grandi.
Nel 1968 appaiono alcune modifiche in concomitanza con la versione “L” che l’affiancherà. Scompare la scritta “Nuova 500″ sul cofano posteriore e appare una targhetta “Fiat 500″, il portaluce della targa è in plastica anziché alluminio, il fregio anteriore della mascherina con lo stemma Fiat non ha più i baffi separabili ma è in un sol pezzo e in plastica anziché in alluminio, anche le manigliette interne per tirare le portiere passano dall’alluminio alla pastica nera, i sedili in similpelle perdono la lunetta bianca superiore e tornano monocolore.

3 risposte a “La 500 F

  1. Salve, anch’io ho una mitica fiat 500 F, proprio uguale a quella della foto , anche il colore, devo dire che la mia era veramente messa male, vi dico solo che quando l’ho portata nel mio garage, ho litigato con mia moglie, poichè mio figlio, all’epoca aveva 8 anni, appena aperta la portiera di guida e salito all’interno, si è letterarmente staccato il fondo con il rischio che lascio immaginare, quindi pensate un po mia moglie!!!!Oggi invece la mia signora vorrebbe usarla perchè è veramente una meraviglia, ma io non gliela lascio prendere.Cosi si impara!!!!!!!!!!!!!!!!! Che ne dite??? ciao. rispondetemi

  2. Salve,grazie del commento lasciato,si hai perfettamente ragione,anche se mia moglie mi prende sempre in giro ,dicendomi del bell’aquisto che ho fatto comprando una FIAT 500L,ma penso che sia soltando gelosia.Gli amatori come me, e come te ,penso che l’argomento con i propri amici sia la Fiat 500,allora visto che ne parlavo sempre mi è venuta l’idea del BLOG,spero che ti piaccia,e seguirai i miei prossimi articoli.A proposito,il Cofano Posteriore lo hai controllato?

    Saluti Roberto

  3. ciao a tutti, roberto confido in un tuo consiglio, ho appena acquistao una 500 f del 1970, di colore beige, interni neri, visto che quest’ultimi non sono messi benissimo, volevo acquistare deile fodere, mi puoi dire del mio modello e colore , di che colore posso fare gli interni, rimanendo sui colori originali dell’epoca. grazie, fiducioso aspetto una tua email. grazie

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...