LA FIAT 500 D

Scheda tecnica e manutenzione di una Fiat 500D

 

Come già abbiamo scritto nell’articolo di presentazione della FIAT 500 D ,dal punto di vista tecnico si distingueva dalla 500 1a serie per il motore, che aveva 499,5 cmc e 17,5 cavalli di potenza, mentre il propulsore della 1a serie aveva 479 cmc. Il motore della D era derivato da quello della Nuova 500 Sport, costruita dal ’58 al ’60; va tuttavia osservato che la versione del motore per il modello Sport, forniva 21 cavalli.
Dal punto di vista estetico, la D aveva le seguenti peculiarità, che la distinguevano dalla 1a serie:      


Il muso era privo delle prese d’aria, che si trovavano sulla 1a serie; i fari anteriori sporgevano dal muso e avevano una cornice cromata, mentre quelli della 1a serie erano annegati nel muso;

 

 

 

Le frecce anteriori erano sul muso, mentre, sulla 1a serie, erano sulla parte dei parafanghi anteriori vicini al muso; I fari posteriori erano simili a quelli della 600 D e più grandi di quelli montati sulla 1a serie.

 

 

 

La superficie della parte apribile del tetto (di serie su tutte le D) era inferiore alla superficie totale del tetto. Invece, sulla 1a serie, il tetto era completamente in tela e apribile. Va tuttavia osservato che, nel ’59, era stata messa in vendita la 500 Tetto Apribile, che aveva una capote simile a quella poi usata sulla D;

 

 


Motore a ciclo Otto, con due cilindri verticali in linea, collocato posteriormente, in posizione longitudinale – Codice del motore 110 D 000Cilindrata di 499,5 cmc – Misure dei cilindri: alesaggio di 67,4 mm, corsa di 70 mm – Potenza di 17,5 cavalli a 4400 giri/minuto – Coppia di 3,1 kgm a 3500 giri/minuto – Raffreddamento ad aria forzata – Rapporto di compressione 7:1.

 

Accensione: a spinterogeno – Anticipo iniziale di calettamento 10° – Anticipo automatico del distributore 18° – Gioco tra i contatti del ruttore da 0,47 a 0,53 mm – Candele Magneti Marelli CW 225 N – Misure delle candele: diametro 14 mm, passo 1,25 mm – Distanza tra gli elettrodi delle candele da 0,5 a 0,6 mm.

 

 

Alimentazione – Il carburante era la benzina con numero di ottano 83 – Carburatore Weber 26 IMB 4 – Diametro del diffusore 21 mm – Diametro del getto principale 1,12 mm – Diametro del getto del minimo 0,45 mm – Diametro del getto dell’avviamento 0,90 mm.
Distribuzione: con albero a camme nel basamento e due valvole in testa per cilindro, comandate da aste e bilancieri.

 

Fase del motore

Fine Aspirazione :

25° prima del PMS
51° dopo il PMI
Scarico
64° prima del PMI
12° dopo il PMS

Gioco tra valvole e bilancieri per il controllo della messa in fase: 0,39 mm

Gioco di funzionamento tra valvole e bilancieri a motore freddo: 0,15 mm.

Dinamo: da 230 watt. Il caricamento della batteria inizia quando il motore raggiunge circa i 1200 giri/minuto.
Potenza del motorino di avviamento: 0,5 kW.
 

 

 

Impianto elettricoTensione dell’impianto: 12 volt.
Batteria: da 32 A/h.

 

 

 


Trasmissione
Trazione: posteriore.
Frizione: monodisco a secco. Corsa a vuoto del pedale della frizione da 35 a 40 mm.
Cambio: manuale a quattro marce. I rapporti del cambio sono i seguenti: 3,700 per la I marcia; 2,067 per la II;1,300 per la III; 0,875 per la IV;5,140 per la retromarcia.
Rapporto di riduzione della coppia conica del differenziale: 8/41.
Corpo vettura portante, a quattro posti. Il codice della carrozzeria è 110 D.

  Freni: a tamburo.
  Sospensioni anteriori: a ruote indipendenti, con balestra trasversale.

 

 

 

Sospensioni posteriori: a ruote indipendenti.
Cerchi delle ruote: da 3 e 1/2 per 12 pollici.
Pneumatici: da 125 per 12 pollici.
Pressione dei pneumatici (in kg per centimetro quadrato):
Pneumatici anteriori
Pneumatici posteriori
A carico ridotto 1,20
1,60 A pieno carico
1,85
Dimensioni e peso 2,97 m.
Larghezza: 1,32 m.
Altezza: 1,33 m.
Passo: 1,84 m.

Pesi – In ordine di marcia 500 kg – A pieno carico 820 kg.
Velocità massima e pendenze superabili nelle varie marce.
Velocità massima in km/h.

 

 
La manutenzione della Fiat 500d è descritta in modo dettagliato nel libretto di uso e manutenzione.

Di seguito le operazioni più importanti : 

Ogni 500 km bisogna controllare il livello dell’olio e la pressione dei pneumatici.
Ogni 2500 km vanno ingrassati i fusi articolati.
Ogni 10.000 km (oppure ogni 6 mesi) occorre sostituire l’olio del motore.

I lubrificanti consigliati dalla FIAT erano:

multigrado 20W/40, per temperature superiori a 0° C;
multigrado 10W/30 per temperature tra gli 0 e i -15° C.

Sempre ogni 10.000 km, sono necessari:

1. lubrificare lo stoppino del distributore d’accensione;
2. verificare la distanza tra i contatti del ruttore dell’accensione e mettere in fase la stessa;
3. pulire le candele e verificare la distanza tra gli elettrodi delle medesime;
4. regolare il minimo del carburatore;
5. sostituire il filtro dell’aria;
6. controllare lo spessore delle guarnizioni dei freni;
7. controllare il gioco della leva del freno a mano;
8. verificare il gioco delle punterie della distribuzione.

Ogni 20.000 km:

1. controllare il serraggio dei bulloni che fissano alla carrozzeria i gruppi meccanici;
2. lubrificare le cerniere delle porte.
3. Ogni 30.000 km, sostituire l’olio del cambio e del differenziale. Il lubrificante consigliato era del tipo SAE 90 EP.

Scopri subito la prima lotteria a premi in italia 100% gratuita con estrazione giornaliera ! clicca qui.

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...